DietaGift La mia Esperienza #4– Organizzare il Menù Settimanale

Il mio primo impatto in DietaGift è stato a 360°. Con gradualità e la mia individualità ho scelto di essere rigida fino ad un certo punto. Ho aggiunto un po’ di flessibilità cercando di non spaventarmi come ho fatto in passato con le varie diete ipocaloriche e ho raggiunto il mio tono muscolare facendo regolare attività fisica.

La scelta di organizzare il MENU’ SETTIMANALE è partita da una necessità di aiuto al cambiamento. Sapere in anticipo cosa mangiare e quando è fondamentale. Specie per chi lavora, ha figli, studia… insomma per tutti. È di grande aiuto anche per fare una spesa mirata ed evitare gli sprechi.

Conoscendo un po’ me stessa e sapendo di non avere particolari problemi di allergie ho scelto di applicare DietaGift senza l’aiuto di un professionista. Cosa fattibile grazie anche alla molta informazione presente nei libri che ho scelto di leggere e che sono i più completi per chi è alle prime armi. Per quanto mi riguarda rimangono i più completi tuttora, quando ho voglia di rinfrescarmi le idee.

vi lascio anche qui i link per comprarli su Amazon


(programma affiliazione Amazon)

Anche non avendo allergie è consigliabile fare almeno 2/3 volte a settimana dei giorni SENZA. Senza latticini, lieviti e glutine. Almeno queste tre categorie di grandi infiammatori, causa principale di molte patologie. Per chi può o vuole consiglio di fare dei giorni anche senza nichel e sale.

Partendo dai giorni SENZA possiamo stilare un MENU’ SETTIMANALE che ci aiuti ad organizzare spesa e pasti senza andare in panico.

Io ho iniziato facendo solo 2 o 3 giorni a settimana togliendo latticini e lieviti. Ad oggi so che sono le categorie alle quali sono più sensibile io. Il sale l’ho ridotto drasticamente sin dall’inizio e anche quello ha contribuito al mio miglioramento fisico.

Quando ho iniziato le informazioni erano molto più ridotte rispetto ad oggi. E sono contenta di aver aggiunto tra le mie conoscenze moltissime persone che seguono e/o insegnano la DietaGift.

Bene, fatta questa premessa molto lunga partiamo dalle Cene per organizzare al meglio il Menù Settimanale. Dividiamo le cene per tipo di proteina cosicché potremmo avere una settimana molto varia. Secondo DietaGift dobbiamo mangiare tutto purché di qualità.

Le cene saranno suddivise in questo modo:

2 cene a base di CARNE

2 cene a base di PESCE

1 cena a base di UOVA

1 cena a base di LEGUMI

1 cena a base di FORMAGGI o comunque la cena un po’ più libera (ad esempio PIZZA o CHAPATI sempre tutto integrale mi raccomando)

Quindi decidiamo i giorni SENZA (vi consiglio almeno Glutine, Latticini e Lieviti). Questi saranno di grande aiuto per sfiammare l’organismo e sgonfiarci di conseguenza.

Partendo da qui buttiamo giù un menù. Decise le cene e i giorni SENZA sarà tutto più semplice. Alterniamo i pranzi con le cene per ingredienti e segniamo sempre colazioni abbondanti mi raccomando.

Per capirci vi lascio qui sotto due esempi di MENU’, estivo e invernale, che ho preparato per me stessa e che potranno esservi di aiuto per poter compilare il vostro. Potete scaricarli tranquillamente insieme ad un menù vuoto tutto per voi. Spero vi faccia piacere.


MENU' ESTIVO MENU' INVERNALE MENU' VUOTO


 




Commenti

  1. Ciao Elena! Ho visto i tuoi video e letto l'esempio di menù dieta gift... vorrei provare! Vedo però che non sono previsti spuntini per merenda (a metà mattina/pomeriggio) ! Come mai? Mi hanno sempre detto che sono fondamentali

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao a te. Non sono previsti spuntini a metà mattina o metà pomeriggio perché in teoria non si dovrebbe avere fame tra colazione e pranzo e tra pranzo e cena grazie agli abbondanti ed equilibrati pasti. Io raramente faccio uno spuntino ma se proprio ho fame allora frutta o verdura cruda e scondita (ad esempio carote o finocchi facili da mangiare così) oppure un caffè senza zucchero. La frutta secca solo in caso di sport intenso e dopo l'attività. :)

      Elimina

Posta un commento